Con la Filarmonica Jazz Band e il Filarmonica Jazz Choir nel capolavoro jazz di Duke Ellington

Il Santuario di Selvaggio ospiterà domenica 16 dicembre, a partire dalle 21.15, un evento a ingresso libero: il “Second Sacred Concert” opera del celebre musicista jazz Duke Ellington. Sarà la “Filarmonica Jazz Band” a riempire di note musicali le navate del Santuario, sotto la direzione del Maestro Sergio Chiricosta, insieme all’accompagnamento del “Filarmonica Jazz Choir” diretto dal Maestro Marta Lauria. A organizzare la serata, nell’ambito del progetto del Parco turistico-culturale di Giaveno e della Val Sangone, la Fondazione Pacchiotti con il patrocinio della Città di Giaveno.

Il brano in questione è uno di tre concerti quasi liturgici composti da Ellington durante la sua vita, scritto su commissione dell’Episcopato di New York, per la cattedrale di Saint John the Divine. In un contesto di raffinata elaborazione strumentale, sembra voler riconnettere il jazz alla sua matrice spiritual e blues, che generava canti nella solitudine dei campi di cotone e nella desolazione suburbana delle giungle d’asfalto.

Con un’esperienza di più di 15 anni alle spalle, la “Filarmonica Jazz Band” è un’orchestra di Pianezza che ha accorpato nel suo organico un numeroso gruppo di simpatizzanti e amanti del jazz. Si compone di 20 musicisti/solisti tra i migliori del circuito piemontese e ha tenuto numerosi concerti in locali torinesi, nei teatri e in festival jazz. L’altra voce del concerto è il “Filarmonica Jazz Choir”: un coro di 15 elementi che vanta un ampio repertorio jazz, gospel, pop e swing anni ’30.

Sergio Chiricosta è direttore musicale e artistico della FJB Jazz School a Pianezza (TO) dove svolge un’intensa attività didattica ed è considerato tra i maggiori trombonisti del panorama italiano ed internazionale. Tra le sue importanti collaborazioni troviamo: Randy Brecker, Ennio Morricone, Dee Dee Bridgewater, Perico Sambeat, Leora Cashe, Enrico Intra, Giorgio Gaslini, Enrico Rava, Franco Cerri, Dave Liebman, Bobby Watson, Max Roach, Bob Brookmayer, Enrico Pierannunzi, Markus Stochausen, Giuseppe Vessicchio, Giovanni Tommaso, Tullio DePiscopo, Paolo Fresu, Stjepko “Steve” Gut, Paolo Tomelleri, Joe Poole, Tony Foster, Flavio Boltro, Pietro Tonolo, Rino Vernizzi, Harold Danko, Francesco Bearzatti, Paolo Conte, Giorgia, Synphonic Orchestra of San Remo e molti altri.

Marta Lauria è laureata alla Berklee College of Music di Boston e consegue l’abilitazione all’insegnamento “Music Together” a New York, specializzandosi nel pop, R&B, soul, funk, musical theatre, jazz e gospel. Oltre a suonare pianoforte, violoncello, flauto traverso e percussioni, è performer vocalist in varie formazioni ed insegna da 17 anni musica e canto sia in America che Italia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *