le opere in cartone di Angelo Lussiana a Villa Favorita

Sarà inaugurata giovedì 29 novembre alle ore 18, presso Villa Favorita (via XXIV maggio), la mostra “L’altra faccia del cartone” con le opere di design e ingegneria, realizzate interamente in cartone, dell’artista giavenese Angelo Lussiana. A promuovere l’iniziativa la Fondazione Pacchiotti con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Giaveno.

La mostra sarà visitabile per tutto il fine settimana fino a domenica 2 dicembre. A impreziosirla sabato 1° dicembre alle ore 16 la performance “Cenerentola” della danzatrice Alessandra Pomata.

La scelta della favola dei fratelli Grimm è stata ispirata dalla famosa zucca, diventata per magia carrozza, che Lussiana ha riprodotto e che sarà esposta nella quattro giorni. Oltre a questo lavoro fiabesco, tra le opere che i visitatori potranno ammirare anche lampade, sedie, tavoli, borsette, addirittura un cannone ad aria. Particolare riguardo va allo sforzo e all’attenzione che Lussiana pone nel salvaguardare le possibilità di normale utilizzo e longevità dei suoi oggetti: da qui le cerniere integrate nel medesimo materiale, ingranaggi in grado di far funzionare complessi meccanismi e superfici rese particolarmente robuste da tecniche di sua ideazione. Non manca l’attenzione all’ambiente, cui l’artista è particolarmente sensibile: infatti, il cartone utilizzato è ecologico, secondo la certificazione internazionale FSC, o al 90% di polpa riciclata.

Grazie all’originalità delle sue opere, Angelo Lussiana si è fatto presto conoscere a livello nazionale e non solo. Tra gli ultimi riconoscimenti, nella primavera del 2018 a Nazzano (RM) al concorso “Il sapere delle Mani” si è aggiudicato il primo premio del pubblico per il vaso “Anubi” e, sempre per la stessa opera, il terzo premio della giuria. A livello europeo, una sua clessidra dal titolo “Non Eris nec Fuisti”, è ospitata a Lipsia in Germania, dopo la partecipazione nell’autunno 2017 all’esposizione “Sicuramente vecchio”, incentrata sulle buone pratiche di recupero e riutilizzo.

“Data l’attenzione che la Fondazione Pacchiotti ha per l’arte e per il territorio, abbiamo voluto unire questi due aspetti promuovendo questa mostra di Angelo Lussiana” commenta il presidente del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione, Roberto Varrone. A lui fa eco la vicepresidente Concetta Zurzolo: “In questo anno di operato abbiamo dimostrato come il Pacchiotti sia la casa dei giavenesi, ospitando e promuovendo manifestazioni e iniziative che vanno dal pop all’arte sublime della musica classica”. Particolarmente entusiasta dell’iniziativa il consigliere di amministrazione, delegato alla Cultura, Antonmario Semolini: “Questa esposizione dimostra come la creatività e la tecnica siano capaci di trasformare la materia in arte, in questo caso un materiale povero come il cartone”.

Gli oggetti esposti potranno essere acquistati.

Orari: venerdì 30 novembre ore 16-19; sabato 1° dicembre e domenica 2 dicembre, ore 10-12 e ore 15-19.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *